Sabato 16 Ottobre 2010

Lunedì autopsia Maricica, la donna aggredita nella metro di Roma

Roma, 16 ott. (Apcom) - Omicidio pretereintenzionale aggravato da futili motivi. È questa la nuova ipotesi di reato contestata ad Alessio Burtone, il ventenne che venerdì scorso ha colpito una infermiera rumena di 32 anni alla stazione della metropolitana dell'Anagnina provocandone poi la caduta in coma. La Procura di Roma ha affidato al responsabile dell'istituto di medicina legale della Sapienza, il professor Paolo Arbarello, l'incarico per l'effettuazione dell'autopsia di Maricica Hahaianu. Secondo quanto si è appreso si dovrà accertare oltre alla causa del decesso anche l'evolversi del quadro clinico della donna che dopo il ricovero in ospedale è 'entrata ed uscita' dal coma. Il difensore di Burtone, l'avvocato Fabrizio Gallo, ha nominato come consulente il dottor Gianluca Albertacci.

Nav/Ral

© riproduzione riservata