Giovedì 02 Dicembre 2010

Unità Italia/ Napolitano: Celebrazioni spronino esame coscienza

Roma, 2 dic. (Apcom) - "Come è noto ho più volte preso la parola in occasione di iniziative preparatorie del centicinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia toccando vari temi, problemi e momenti del percorso di unificazione nazionale e con ciò ho inteso tenere fede al mio ruolo istituzionale di rappresentante dell'unità nazionale. In tali occasioni, ho ribadito l'auspicio che la ricorrenza possa stimolare 'un esame di coscienza collettivo': il che significa tenere ferma una matura consapevolezza del comune patrimonio storico dell'Italia, e al tempo stesso non ignorare le problematiche insorte nel dibattito sulla formazione dello Stato unitario". Lo scrive il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in un messaggio in occasione del Convegno 'La nazione vissuta la nazione narrata. Storiografia, memorie, rappresentazioni dell'Italia unita nell'Italia repubblicana', organizzato a Cortona dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, dall'Accademia di Santa Cecilia e dalla Fondazione Istituto Gramsci, sottolineando come "a questo importante compito il vostro Convegno può dare un contributo significativo e un apporto originale, anche per il particolare approccio multidisciplinare che lo caratterizza e per l'attenzione rivolta a come l'idea di nazione e del suo sviluppo è stata intesa durante il cinquantennio repubblicano". Nel messaggio inviato a Carlo Feltrinelli, quindi, il Capo dello Stato rivolge "i migliori auguri di buon lavoro" ai relatori e a tutti i partecipanti, uniti al "più vivo apprezzamento per il Convegno, che viene degnamente ad inserirsi in un ampio e multiforme ventaglio di iniziative volte a celebrare il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia".

Tor

© riproduzione riservata