Venerdì 03 Dicembre 2010

Premio Nobel Yunus e Grameen Bank negano accuse distrazione fondi

Roma, 3 dic. (Apcom) - Muhammad Yunus non trasferì 100 milioni di dollari americani di aiuti destinati alla banca per il micro-credito Grameen ad altri progetti. Lo ha chiarito in un'intervista lo stesso vincitore del premio Nobel per la pace, noto anche come il banchiere dei poveri, in cui ha spiegato di essersi comportato così quattordici anni fa per "garantire la massima trasparenza e l'uso responsabile dei fondi della banca" da lui creata. Il caso è scoppiato in Norvegia, il luogo di provenienza dei fondi, dove un documentario della tv ha sostenuto che i finanziamenti erano stati trasferiti ad altri progetti di Grameen in violazione del contratto con i creditori", Il governo di Oslo ha fatto sapere di aver aperto un'inchiesta sulle accuse formulate nel documentario televisivo. Lo stesso istituto di credito ha diffuso un lungo e articolato comunicato stampa per spiegare che le tesi della tv norvegese sono infondate e una totale invenzione. Il "caso" politico, però, è parzialmente esploso. Il ministro dello Sviluppo internazionale svedese, Erik Solheim, ha definito "totalmente inaccettabile che gli aiuti siano stati utilizzati per altri scopi rispetto a quelli originari", ha riportato la Bbc. (segue)

Fco

© riproduzione riservata