Venerdì 03 Dicembre 2010

Wikileaks/ Assange: non c'è modo di fermare il "CableGate"

Roma, 3 dic. (Apcom) - Anche se il sito di WikiLeaks dovesse essere in qualche modo bloccato, non c'è modo di fermare il "CableGate": lo afferma Julian Assange, rispondendo on-line alle domande dei lettori del quotidiano britannico The Guardian. "L'archivio del "Cablegate è stato disseminato in forma criptata ad oltre 100mila persone: se dovesse succederci qualcosa, le parti fondamentali verranno diffuse in maniera automatica. Inoltre, gli archivi sono anche nelle mani di numerose testate giornalistiche. La Storia vincerà e il mondo diventerà un posto migliore: se sopravviveremo, dipenderà da voi", conclude Assange lanciando un appello ai lettori.

Mgi

© riproduzione riservata