Lunedì 06 Dicembre 2010

Gb/ Continua il grande freddo, è ancora corsa alle scorte

Roma, 6 dic. (Apcom) - La Gran Bretagna continua a battere i denti oggi con le temperature ancora a livelli di guardia e una serie di previsioni per le prossime due settimane che non sembrano affatto rassicuranti. Dopo i gravi problemi della settimana scorsa, tuttavia, sulle strade e le ferrovie la situazione oggi sembra meno critica e anche diverse scuole hanno riaperto. Sempre chiudi per neve gli aeroporti di Edinburgo e Inverness. Il governo nei giorni scorsi ha lanciato appelli alla calma, ma milioni di britannici stanno facendo scorte alimentari per il timore che il grande freddo di questi ultimi giorni, che si prevede durerà appunto altre due settimane, possa creare problemi alla grande distribuzione. Alcuni supermercati hanno già iniziato a razionare alcuni prodotti, e i rifornitori di benzina hanno lanciato un monito su "carenze critiche", dopo che alcune stazioni di servizio sono rimaste a secco. Il ministro per l'Ambiente, Caroline Spelman, ha escluso problemi per il rifornimento alimentare, invitando a mantenere la calma: "Gli scaffali vuoti in alcuni negozi sono dovuti a problemi nei tempi di consegna ai supermercati, prevedibili con queste condizioni meteorologiche, ma rimane che le consegne stanno procedendo regolarmente. Fare scorte di cibo non aiuta la situazione e porterà solo tanta gente a sprecare cibo e denaro".

Sim-Vgp

© riproduzione riservata