Lunedì 06 Dicembre 2010

Maltempo/ Ponte Immacolata,allarme valanghe su tutto arco alpino

Roma, 6 dic. (Apcom) - E' allerta valanghe su tutto l'arco alpino, l'allarme resta alto e secondo il bollettino Meteomont il grado di rischio è in generale marcato. Grado di pericolo marcato anche sull`Appennino emiliano dai 1400-1500 metri di quota, sui versanti aperti a pendenza critica, moderato anche sull`Appennino settentrionale tirrenico. E "attività sci-alpinistiche ed escursionistiche al di fuori delle piste battute e segnalate sono sconsigliate". Un allarme valanghe - spiega la forestale - alto a causa delle abbondanti nevicate di questi giorni depositate su strati di neve già esistenti e debolmente consolidati, registrate su numerosi settori dell`arco alpino. Il grado di pericolo è quindi in generale "marcato" per possibili distacchi sui pendii ripidi già con un debole sovraccarico. Tutta l`area - prosegue la forestale - è interessata da deboli o moderate nevicate a partire dai 600 metri, con cielo coperto e scarsa visibilità. La neve fresca, asciutta e a debole coesione a partire dai 2000 metri di quota, si sta depositando su strati sottostanti di neve ancora poco consolidata ed in quota incrementa nuovi e vecchi accumuli di neve ventata in conche, canali, avvallamenti ed ispessisce, mascherandoli, fragili lastroni in superficie. E, "viste le caratteristiche del manto nevoso non ancora stabile su tutto l`arco alpino e ulteriormente sovraccaricato dalle recenti nevicate, le attività sci-alpinistiche ed escursionistiche al di fuori delle piste battute e segnalate sono sconsigliate". La regola infatti è che i primi giorni di bel tempo e sole dopo un periodo di nevicate, anche se discontinue, sono i più pericolosi per le valanghe. (segue)

red/Gtu

© riproduzione riservata