Giovedì 16 Dicembre 2010

Wikileaks/ Usa puntano a incriminare Assange di cospirazione

Roma, 16 dic. (Apcom) - Le autorità americane stanno cercando di raccogliere le prove contro il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, per incriminarlo di cospirazione per la pubblicazione dei documenti riservati Usa sottratti dal militare Bradley Manning, già in carcere. Stando a quanto riferisce oggi il New York Times, funzionari del Dipartimento di Giustizia sono impegnati a scovare elementi che possano dimostrare come Assange abbia incoraggiato, se non aiutato, l'analista militare a sottrarre documenti classificati al governo. Tra il materiale al vaglio delle autorità figura una lunga chiacchierata in rete in cui Manning avrebbe dichiarato di comunicare con Assange attraverso un sistema criptato, proprio mentre scaricava i file del governo. Il militare avrebbe anche sostenuto di aver ricevuto dal fondatore di Wikileaks l'accesso a un server dedicato, per poter inviare i documenti al sito. Adrian Lamo, l'ex hacker con cui si confidò Manning e che poi lo ha denunciato, sostiene che il militare affermava di essere "una fonte di alto livello di Wikileaks". (segue)

Sim

© riproduzione riservata