Mercoledì 02 Febbraio 2011

Egitto/ Cairo: esplode violenza a piazza Tahrir, morti e feriti

Il Cairo, 2 feb. (TMNews) - Dopo la manifestazione di massa svoltasi ieri in modo pacifico, nella piazza Tahrir del Cairo e nella zona adiacente sono scoppiati oggi violentissimi scontri fra i sostenitori del presidente Hosni Mubarak e gli oppositori del governo: il bilancio delle vittime è ancora incerto, ma alcuni media, fra cui la Bbc, parlano di centinaia di feriti e anche di un morto fra i manifestanti filogovernativi. Diverse centinaia di sostenitori di Mubarak - alcuni montati su cavalli e cammelli - sono entrati nella piazza dove erano presenti migliaia di manifestanti, molti dei quali vi avevano passato la notte dopo la "marcia del milione" svoltasi ieri: dopo una mattinata di tensione i due gruppi sono venuti alle mani con lanci di pietre e bottiglie, mentre alcune persone sarebbero state travolte dalla folla che cercava di allontanarsi dal luogo degli scontri; secondo la rete satellitare araba al Jazeera vi sarebbero stati anche dei colpi di arma da fuoco. Nel mezzo dei tumulti un gruppo di dimostranti si è inginocchiato in preghiera verso la Mecca, mentre attorno a loro proseguivano le violenze; almeno sei "cavalieri" sono stati circondati dalla folla, disarcionati e picchiati a sangue. L'esercito ha sparato in aria per proteggere il Museo archeologico. Secondo un comunicato diffuso da alcune organizzazioni dell'opposizione anche la polizia avrebbe fatto il suo ingresso nella piazza, dove sarebbero presenti molti agenti in borghese alcuni dei quali infiltrati nei gruppi filo-Mubarak. Il Ministero degli Interni ha negato qualsiasi coinvolgimento delle forze di sicurezza ma Al Jazeera ha mostrato alcuni distintivi e documenti di identità delle forze dell'ordine che sarebbero stati strappati agli 'infiltrati'. (fonte Afp, segue)

Mgi-Ape

© riproduzione riservata