Mercoledì 16 Febbraio 2011

M.O./ La doppia linea Usa: Clinton più falco di Obama

New York, 16 feb. (TMNews) - Un osservatore della politica estera statunitense si sarebbe potuto chiedere, guardando Barack Obama parlare di Medio Oriente martedì, se il presidente e il suo segretario di Stato fossero sulla stessa lunghezza d'onda. Sostegno generico, ma nessun appoggio diretto alle proteste in Iran da parte del presidente, secondo il quale "bisogna capire che l'America non può dettare quello che succede in Iran, più di quanto abbia potuto dettarlo in Egitto". Questo poche ore dopo che Hillary Clinton aveva dichiarato di "sostenere chiaramente e direttamente" le aspirazioni dei dimostranti contro il regime iraniano. Secondo Laura Rozen di Politico.com, la redazione meglio informata sugli arcani di Washington, la "doppia linea" nei confronti dell'Iran potrebbe essere una precisa intenzione: lui conciliante, lei dura, per tenere Teheran all'oscuro della vera politica di Washington. Ma secondo alcuni analisti il rischio che il governo Usa deve evitare è quello di esporsi troppo, e fornire così al regime degli ayatollah una facile scusa per reprimere un movimento appoggiato esplicitamente dal nemico americano.

A24

© riproduzione riservata