Sabato 19 Febbraio 2011

Libia/ Berlusconi: Preoccupato ma non voglio disturbare Gheddafi

Roma, 19 feb. (TMNews) - In partenza da Roma per Arcore, Silvio Berlusconi risponde anche a qualche domanda sull'esplosione delle rivolte in Nord Africa. Berlusconi si dice preoccupato per quanto sta avvenendo in Libia, ma spiega di non aver sentito il suo amico Gheddafi per non "disturbarlo" in un momento così delicato. "Siamo preoccupati - dice il premier ai giornalisti - per tutto quello che sta accadendo lì in tutta l'area". A chi gli chiedeva se avesse sentito il colonnello, il premier ha risposto di no perché "la situazione è in evoluzione e quindi non mi permetto di disturbare nessuno". Quanto alla situazione tunisina, Berlusconi non crede che l'ex presidente Ben Ali sia morto - voce ancora non confermata che circola però dopo quella del coma che l'avrebbe colpito. Il Cavaliere, prima di lasciare palazzo Grazioli si è soffermato per alcuni minuti con i giornalisti, chiedendo loro se avevano novità sulla questione. A chi gli riferiva che fonti francesi riportavano la notizia della morte del leader tunisino, il premier ha risposto: "Non credo, perché le notizie di ieri da quella fonte lì, non mi sono state confermate da Tunisi".

bac/ral

© riproduzione riservata