Giovedì 24 Febbraio 2011

Libia/ Napolitano: Serve nuovo corso, Europa è stata disattenta

Roma, 24 feb. (TMNews) - Un nuovo corso per il popolo libico. In una intervista a Die Welt, ripresa in prima pagina da La Stampa, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano interviene sulla crisi libica e dei paesi nordafricani. "Credo che l'Europa negli anni passati sia stata un po' disattenta nei confronti degli sviluppo nel Nordafrica. Abbiamo sottovalutato l'aggravarsi dei problemi di larghe masse popolari. Ora l'Europa deve adoperarsi decisamente a trovare una linea comune, una politica mediterranea comune", dice il capo dello Stato, oggi in visita ufficiale a Berlino per incontrare la cancelliera Angela Merkel. "Abbiamo ritenuto che i regimi del Nordafrica fossero stabili e non corressero rischi estremi. Questa - prosegue Napolitano - è stata un'illusione alla quale quale abbiamo ceduto. Naturalmente, il grido di libertà che si leva in molti Paesi si collega con quello per il pane per la giustizia sociale. Ed esplode l'ira nei confronti della corruzione, l'ira per le molte ingiustizia e disparità. Ma si è mostrato anche che il desiderio di libertà può essere una potente forza storica". In Libia, aggiunge il capo dello Stato, "si impone l'immediata cessazione delle violenze e l'avvio di un nuovo corso, nella libertà, per aprire al popolo libico un futuro migliore". E l'Europa che cosa può fare? "Dobbiamo beninteso rispettare l'autonomia di questi Paesi. Devono decidere loro stessi quale strada prendere,. Non possiamo comunque che sostenere un processo di transizione ordinata che porti a elezioni democratiche. E dobbiamo - aggiunge Napolitano - sforzarci di avviare una forte politica euro-mediterranea, nelle spirito del processo di Barcellona". Con Merkel e con il presidente federale Wulff, Napolitano parlerà soprattutto di Unione Europea. "Vogliamo parlare in particolare su come possiamo rilanciare insieme l'impegno per l'Europa che si è visibilmente intiepidito, con energia e passione, E in modo tale che esso tocchi e affascini anche i cittadini".

Kat

© riproduzione riservata