Sabato 26 Febbraio 2011

Draghi/ Salari giovani fermi da 10 anni, sotto livelli anni '80

Verona, 26 feb. (TMNews) - I salari di ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, in termini reali, "sono fermi da oltre un decennio sui livelli al di sotto di quelli degli anni Ottanta" e il tasso di disoccupazione giovanile sfiora il 30%. Il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, dal Forex di Verona lancia l'allarme sui giovani e sul mercato del lavoro italiano. Secondo Draghi "la recessione ha reso più difficile la situazione. Si accentua la dipendenza, già elevata nel confronto internazionale, dalla ricchezza e dal reddito dei genitori, un fattore di forte iniquità sociale. Vi contribuisce fortemente la segmentazione del mercato del lavoro italiano, dove vige il minimo di mobilità a un estremo, il massimo di precarietà dall'altro. E' uno spreco di risorse che avvilisce i giovani e intacca gravemente l'efficienza del sistema produttivo".

Gab

© riproduzione riservata