Domenica 27 Febbraio 2011

Libia/ Bilancio Croce rossa: a Bengasi 256 morti e 2mila feriti

Bengasi (Libia), 27 feb. (TMNews) - Sono 256 le persone uccise a Bengasi nel corso dell'insurrezione contro il regime di Muammar Gheddafi, mentre i feriti sono 2mila. Lo hanno indicato fonti sanitarie citate dal Comitato internazionale della Croce rossa. "Un gruppo di medici di Bengasi, incaricati di coordinare le attività sanitarie nella città, ha segnalato che 256 persone sono state uccise e 2mila ferite nella guerriglia", secondo una nota del Cicr. Una squadra del Cicr arrivato sabato sera a Bengasi ha segnalato che la situazione in questa città, che si trova nella zona orientale ed è la seconda del Paese, controllata ormai dall'opposizione, è calma, che alcuni negozi sono aperti e che è possibile procurarsi dei prodotti alimentari. Ma "gli ospedali di Bengasi hanno bisogno di specialisti in chirurgia e in ortopedia, oltre che di farmaci per i pazienti che soffrono di malattie croniche", ha dichiarato Simon Brooks, che guida la squadra del Cicr inviata a Bengasi. Brooks ha in particolare elogiato il lavoro realizzato nel settore medico dalla Mezzaluna Rossa. Bengasi è una delle città del nordest della Libia passate sotto il controllo degli oppositori al regime del colonnello Gheddafi. Il Cicr si è dichiarato molto preoccupato per la situazione umanitaria nell'ovest del Paese, dove i suoi gruppi finora non hanno potuto recarsi. (fonte Afp)

Fco

© riproduzione riservata