Lunedì 28 Febbraio 2011

Giustizia/ Berlusconi: Mi sento disperato, non so come finirà

Milano, 28 feb. (TMNews) - Realizzare le riforme della giustizia sarà "normalmente difficile" perché "c'è un'opposizione non socialdemocratica ma abbiamo ancora i vecchi comunisti". E quiindi, "mi sento disperato, non so come finirà". Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, parlando ad un convegno di Confcommercio a Milano. Il premier ha citato, tra le altre, la riforma del processo breve, "che loro chiamano così ma noi diciamo processo in tempi ragionevoli, visto che siamo stati richiamati più volte dalla Ue a ridurre i tempi dei processi e visto che ci hanno inflitto anche numerose penalità". "Però - ha aggiunto il premier - siccome ci sono 103 procedimenti avviati contro di me, c'è sempre un processo che interessa Berlusconi e quindi la sinistra dice che non si fanno le leggi per Berlusconi: non so come andrà a finire ma è normalmente difficile" perché c'è un'opposizione "che non è cambiata per nulla".

Mda/Ber

© riproduzione riservata