Sabato 05 Marzo 2011

A.Saudita/ Mobilitati 10.000 agenti per proteste dell'11 marzo

Roma, 5 mar. (TMNews) - L'Arabia Saudita ha distaccato 10.000 agenti di sicurezza nelle province nord-orientali del Paese, a maggioranza sciita, in vista della "giornata della rabbia" in programma l'11 marzo. Re Abdullah teme che la rivolta sciita in atto da oltre un mese nel vicino Bahrein arrivi anche in Arabia Saudita, scrive oggi l'Independent. L'opposizione si aspetta l'adesione di almeno 20.000 persone a Riad e nelle province sciite alla manifestazione della prossima settimana. Nelle email e nei messaggi che circolano da giorni su Facebook, gli organizzatori hanno ipotizzato di far sfilare in prima fila le donne, per scongiurare eventuali scontri con le forze dell'ordine. Secondo il quotidiano britannico, il re Abdullah avrebbe detto alle autorità del Bahrein di essere pronto a usare la forza per reprimere eventuali disordini. Nelle scorse settimana, il re saudita ha usato la carta delle riforme per scongiurare le rivolte, annunciando interventi sociali da 36 miliardi di dollari. Ieri, il quotidiano al Watan ha fatto sapere che le autorità sarebbero pronte a nuove concessioni, tra cui il voto alle donne. Domenica scorsa, oltre 100 intellettuali sauditi hanno lanciato su internet un appello per riforme politiche, economiche e sociali, chiedendo in particolare la creazione di una "monarchia costituzionale", "la separazione dei poteri" e l'adozione di una costituzione.

Sim

© riproduzione riservata