Sabato 05 Marzo 2011

Giustizia/ Berlusconi: Giovedì in Cdm vareremo riforma epocale

Avezzano, 5 mar. (TMNews) - Sarà "epocale" la riforma della giustizia che verrà "presentata nel Cdm di giovedì prossimo". Lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con la convention di Noi Riformatori, oggi ad Avezzano. Il premier ha rivendicato il buon lavoro della sua maggioranza in Parlamento: "Davvero - ha detto - siamo soddisfatti della maggioranza che abbiamo in Parlamento. Prima, quando presentavamo riforme sulla giustizia, avevamo un no preliminare di Fini e dei suoi, oggi questo non accade più, quindi pensiamo di poter portare avanti le riforme che per noi sono un impegno contrattuale con elettori". "Dobbiamo andare avanti con la legge sulle intercettazioni". Berlusconi ha ribadito che ora c'è la possibilità di andare avanti nella riforma delle intercettazioni, mentre "prima Fini ce lo impediva". "I cittadini - ha detto il premier - sono stufi di leggere sui giornali intercettazioni di telefonate anche personali. Dobbiamo tornare alla tutela della privacy". Quanto ai processi, in un messaggio inviato alla Conferenza nazionale sul lavoro femminile organizzata dal dipartimento Pari opportunità del Pdl, Berlusconi afferma che la sinistra ormai "disperata" insiste con la "scorciatoia mediatico-giudiziaria" e arriva anche a "strumentalizzare" le donne "mortificandole". "Chi cerca di strumentalizzare politicamente le donne, non ne difende la dignità ma le mortifica. La sinistra, ancora una volta - accusa il premier riferendosi alle manifestazioni delle scorse settimane - non esita di fronte a nulla nell'ultimo disperato tentativo di ottenere con scorciatoie mediatico-giudiziarie quello che non riesce ad ottenere nelle urne".

Gic

© riproduzione riservata