Sabato 05 Marzo 2011

Libia/ Sanguinosa battaglia a Zawiyah, assedio di Gheddafi

Roma, 5 mar. (TMNews) - Zawiyah è nelle mani dei ribelli ma si trova completamente circondata dalle forze fedeli al leader libico Muammar Gheddafi: questo il quadro che emerge dalle testimonianze raccolte nella città a circa 60 km a Ovest di Tripoli, dove proseguono i combattimenti. A guidare l'assedio sarebbero due battaglioni, uno dei quali un corpo d'elite comendato da uno dei figli di Gheddafi, Khamis; secondo la resistenza sarebbero stati respinti già due attacchi delle forze governative, che - appoggiati da mezzi blindati - starebbero preparandosi ad una nuova offensiva. Quanto al bilancio delle vittime, fonti ospedaliere locali parlano di almeno sette morti e decine di feriti; la rete satellitare araba Al Jazeera forniva invece un bilancio di almeno 30 morti fra la popolazione civile. Sul fronte orientale, l'aviazione militare libica ha lanciato una nuova incursione contro Ras Lanouf, teatro ieri di violenti combattimenti e che si troverebbe ancora nelle mani dei ribelli. Per quel che riguarda gli aiuti umanitari, un C130 dell'Aeronautica Militare Italiana è decollato oggi alla volta di Djerba con a bordo il materiale necessario per allestire un centro di coordinamento per le operazioni di assistenza umanitaria; a breve salperà da Catania il pattugliatore Libra con il suo carico di beni alimentari e materiali di prima necessità donati dalla Cooperazione italiana e dalle Coop. Sempre in giornata un altro C130 dell'Aeronautica militare permetterà di rimpatriare a Bamako circa 60 cittadini del Mali attualmente in Tunisia. Infine, gli ultimi cittadini cinesi che si trovavano sul territorio libico hanno lasciato il Paese: lo ha reso noto il Ministero degli Esteri di Pechino, che sta ora accelerando le operazioni per il loro rimpatrio con l'invio di aerei militari e di voli charter. I circa 35mila cittadini cinesi in Libia erano impiegati nella costruzione di ferrovie, nel settore petrolifero e in quello delle telecomunicazioni; il governo cinese ha allestito un'imponente operazione di sgombero - la prima all'estero di tali dimensioni - alla quale hanno partecipato organismi sia civili che militari.

Mgi-Sim

© riproduzione riservata