Mercoledì 16 Marzo 2011

Governo/ Berlusconi sale al Colle ma su rimpasto non c'è quadra

Roma, 16 mar. (TMNews) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è salito stamani al Colle, accompagnato dal sottosegretario Gianni Letta, per incontrare il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Al centro del colloquio l'annunciato rimpasto di governo con la sistemazione di alcune 'caselle'. Berlusconi avrebbe illustrato al capo dello Stato gli spostamenti principali, tra cui l'arrivo di Giancarlo Galan ai Beni culturali, dopo l'addio di Sandro Bondi, e l'approdo di Saverio Romano all'Agricoltura. Ma il Cavaliere avrebbe anche prospettato un ulteriore rinfoltimento della squadra di governo, a partire dai sottosegretari. La logica del premier sarebbe quella di "o tutti o nessuno": una conseguenza, secondo quanto si apprende da ambienti interni alla maggioranza, delle tensioni e della ricerca di un equilibrio con le varie componenti della maggioranza stessa. Sempre secondo alcune fonti di maggioranza, dalle file dei Responsabili sarebbe stata addirittura avanzata l'ipotesi di non partecipare più alle sedute dell'aula se a rientrare nella squadra di governo fosse stato il solo Saverio Romano. Lo stesso capo dello Stato, parlando stamani con i giornalisti all'inaugurazione di una mostra al Vittoriano, ha spiegato che al centro del colloquio con Berlusconi ci sono state "le ipotesi" prospettate dal Cavaliere di rafforzamento del governo. Al Colle, comunque, si sarebbe fatto notare che c'è una legge precisa che stabilisce il numero massimo possibile di esponenti della compagine di governo e se si intende ampliarla oltre questo tetto è necessario cambiare la normativa.

Vep-Tom/Sar

© riproduzione riservata