Venerdì 18 Marzo 2011

Giappone/Innalzata a livello 5 emergenza nucleare Fukushima

Roma, 18 mar. (TMNews) - Il Giappone continua la sua lotta contro il tempo per evitare che il terremoto e lo tsunami di una settimana fa, che hanno fatto strage nel nordest del paese, abbiano come ulteriore conseguenza un disastro nucleare. Mentre le squadre di soccorso continuano a cercare di portare sollievo a una popolazione sfollata e prostrata, nella centrale nucleare Fukushima-1 anche oggi si è cercato di raffreddare il nucleo e la vasca del combustibile usato del reattore numero 3, in attesa di poter riportare energia elettrica all'impianto di raffreddamento d'emergenza. Un'attesa salvifica, in una situazione molto complicata: l'agenzia nucleare nipponica ha innalzato al grado 5 sulla scala INES l'incidente nucleare dal grado 4. Il primo ministro Naoto Kan, in un accorato discorso alla nazione, ha chiesto un impegno solidale del popolo giapponese per ricostruire il paese e ha assicurato che verrà fatto ogni sforzo per riportare sotto controllo la situazione a Fukushima. Certo, non sarà semplice. Anche oggi i mezzi speciali dell'esercito, che permettono a soldati e operatori di non uscire all'esterno esponendosi all'alto livello di radiazioni presenti nelle vicinanze dei reattori, hanno continuato a sparare acqua contro il reattore numero 3, quello che preoccupa di più in questo momento. Secondo il generale Shigeru Iwasaki, capo di stato maggiore delle Forze di autodifesa aeree, i getti d'acqua sono riusciti a centrare la piscina del combustibile usato, per abbassarne la temperatura. Questo, tuttavia, non ha portato a una sensibile diminuzione del livello di radioattività, secondo quanto comunicato dalla Tekyo denryoku (Toden).

Mos

© riproduzione riservata