Martedì 22 Marzo 2011

Libia/ Ft: Rabbia Usa e Gb per attacco francese, tensioni a Nato

Roma, 22 mar. (TMNews) - Le iniziative della Francia spaccano la comunità internazionale impegnata nell'intervento militare in Libia. E' quanto scrive oggi il Financial Times, riferendo della collera di Londra e Washington per il primo attacco aereo lanciato da Parigi sabato scorso, senza averne informato appieno gli alleati, e delle tensioni emerse ieri al consiglio Nord-Atlantico a Bruxelles. Secondo il quotidiano finanziario della City, ieri gli ambasciatori francese e tedesco hanno abbandonato i lavori del consiglio dell'Alleanza Atlantica, dopo che il Segretario generale Anders Fogh Rasmussen ha criticato Parigi, per la sua contrarierà a un comando Nato dell'operazione, e Berlino, per la sua scarsa partecipazione. "Ci sono forti tensioni tra stati Uniti e Regno unito da parte e Francia dall'altra", ha detto un funzionario occidentale, sottolineando come la Nato abbia lavorato per settimane per poter assumere il comando della missione. "Mentre stavamo per raggiungere un accordo alla Nato, la Francia ha improvvisamente bloccato tutto, lasciandosi subito confusi, ma poi è diventato chiaro che (il Presidente Nicolas) Sarkozy voleva annunciare i raid al termine del vertice di Parigi dove guidava lo show". Parigi si è sempre opposta al comando Nato, a differenza di Londra, Washington e Roma, che ieri ha chiesto che le operazioni in Libia passino sotto il comando unificato Nato, "altrimenti il governo penserà a stabilire un comando nazionale separato per le operazioni che partono dalle sette basi della penisola", secondo quanto fatto sapere dalla Farnesina.

Sim

© riproduzione riservata