Venerdì 01 Aprile 2011

Libia/ Ribelli: Pronti a cessate fuoco, ma stop assedio a città

Roma, 1 apr. (TMNews) - L'opposizione libica di Bengasi è pronta a osservare il cessate il fuoco previsto dalla risoluzione Onu, a condizione che il regime di Muammar Gheddafi ponga fine all'assedio "alle città occidentali e sia garantita loro piena libertà di espressione". Lo ha dichiarato oggi il capo dell'opposizione libica, Mustafa Abdul Jalil, in una conferenza stampa congiunta con l'inviato speciale Onu per la Libia Abdelilah al-Khatib, trasmessa in diretta da al Jazeera. "Siamo pronti al cessate al fuoco a condizione che le nostre città e la nostra gente siano sicure e che la gente possa esprimere liberamente la propria opinione", ha detto Jalil, accusando il regime di Muammar Gheddafi di fare ricorso a violenza, forza e rapimenti. Il leader dell'opposizione ha quindi ribadito che "il nostro obiettivo è garantire l'integrità territoriale libica, con una sola capitale".

Sim

© riproduzione riservata