Venerdì 01 Luglio 2011

Mafia/ Tar annulla decisione Viminale: sì protezione per Spatuzza

Roma, 1 lug. (TMNews) - Il Tar del Lazio ha annullato la decisione della Commissione del Viminale che si occupa dei cololaboratori di giustizia e ha ammesso gaspare Spatuzza, l'ex boss di brancaccio, al programma di protezione. La decisione del tar non comporta automanticamente l'ammissionje al programma di protezione per Spatuzza. La questione ora torna sul tavolo della Commissione del Viminale presieduta dal sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano. "La decisione del Tar di ammettere Gaspare Spatuzza al programma di protezione per i collaboratori di giustizia, dimostra la giustezza delle nostre critiche alla decisione contraria della commissione ministeriale", ha commentato il senatore Luigi Li Gotti, capogruppo dell'Italia dei valori in commissione giustizia. "Avevamo interpretato quella decisione - ha aggiunto - come dettata da ragioni politiche e non giuridiche. La sentenza odierna spazza via l'inquinamento da cattiva ed interessata politica di una legge fortemente voluta da Giovanni Falcone. Il ritorno al diritto, non significa attribuire ai collaboratori di giustizia uno speciale credito in merito alle confessioni rese, bensì attribuisce ai giudici l'onere della verifica puntuale delle dichiarazioni rese". "Le parole di Gaspare Spatuzza, rimangono materia di valutazione e prova. Si voleva cancellarle. Il Tar - conclude Li Gotti - ha ristabilito il diritto e la supremazia della legge".

Red/Nes

© riproduzione riservata