Venerdì 01 Luglio 2011

Pdl/ Alfano Segretario e Guardasigilli,come Togliatti e Diliberto

Roma, 1 lug. (TMNews) - Non è dato sapere se il doppio incarico fra segretario del Pdl e di ministro della Giustizia che da oggi Angelino Alfano formalmente ricopre sarà di durata brevissima o, alla fine, destinato a non esaurirsi in pochi giorni, di rinvio in rinvio sulla scelta del successire. Certo è che da oggi il ministro Guardasigilli è anche il segretario del partito di maggioranza relativa, quarta volta fra prima e seconda Repubblica. E dai precedenti illustri, passati alla storia. Palmiro Togliatti fu il primo ad assumere il doppio incarico di responsabile Giustizia del dopoguerra e al contempo segretario del Partito Comunista Italiano. La Democrazia Cristiana non volle poi lasciare l'esclusivo al temuto rivale e nel 1953 Guido Gonella fu per pochi mesi segretario dello Scudocrociato e Guardasigilli. Negli anni più recenti, fu con "orgoglio, emozione e commozione" che Oliviero Diliberto nel 1999, grazie al Governo D'Alema, prese possesso da segretario dei Comunisti Italiani della scrivania in via Arenula che era stato di Togliatti. Mentre l'ex Dc Clemente Mastella, segretario dell'Udeur, fu il ministro della Giustizia le cui dimissioni a inizio 2008 segnarono la fine del secondo Governo Prodi. Rispetto ai predecessori nel doppio incarico, però, Alfano può vantare un primato in esclusiva: lui è il primo Guardasigilli a diventare Segretario. Per tutti gli altri, invece, la leadership di partito era stata il passpartout per l'ingresso a via Arenula.

Tor

© riproduzione riservata