Lunedì 01 Agosto 2011

Costi politica/ Di Pietro: Serve la scure non la forbice

Roma, 1 ago. (TMNews) - "Quanto ai bilanci del Parlamento, abbiamo analizzato quelli di Camera e Senato e ci paiono insufficenti, contraddittori e anche un pò meschini". Bolla così la ricetta per abbassare i costi di Camera e Senato dove, entro domani, ci sarà il voto sui bilanci. Per il leader dell'Idv "E' tempo di scure, non soltanto di forbici. Si vogliono mantenere privilegi e prebende, immorali e antistoriche, rispetto alla crisi economica che coinvolge milioni di persone". Anche per questo, il timore è che il passo del Colle, che grazie allo stop all'adeguamento all'indice dei prezzi al consumo facendo risparmiare 15 milioni di euro, "sia stato inutile. Molti parlamentari - ha spiegato Di Pietro - non intendono rinunciare ai vantaggi acquisiti". "Il vitalizio, per esempio. L'Idv vuole depennarlo". Altri passi concreti da compiere, per il leader dell'Idv, sono "Dimezzare i rimborsi elettorali, eliminare i benefit per gli ex parlamentari, ridimensionare quelli dei parlamentari in carica. Perchè una cosa è il rimborso di un viaggio aereo per un incarico istituzionale, altro è il volo gratis per andare al mare". Di Pietro, dalle pagine de 'La Repubblica' ha insistito con veemenza sull'inconsistenza dei tagli fin qui apportati. "Sono risibili e non toccano i benefici che non vanno direttamente nelle tasche dei parlamentari, ma riguardano semmai gli uffici".

xrm

© riproduzione riservata