Domenica 18 Settembre 2011

Papa: In Germania non show nè turismo religioso ma testimonianza

Roma, 18 set. (TMNews) - "In questi giorni vogliamo impegnarci per tornare a vedere Dio, per tornare noi stessi ad essere persone dalle quali entri nel mondo una luce della speranza, che è luce che viene da Dio e che ci aiuta a vivereTutto ciò non è turismo religioso. E meno ancora uno "show". Di che cosa si tratta, lo dice il motto di questi giorni: 'Dove c'è Dio, là c'è futuro'. Dovrebbe trattarsi del fatto che Dio torni nel nostro orizzonte, questo Dio così spesso totalmente assente, del quale però abbiamo tanto bisogno". Lo ha affermato Papa Benedetto XVI rivolgendosi ai cittadini tedeschi, in un intervento registrato nei giorni scorsi a Castel Gandolfo, per la trasmissione 'Wort zum Sonntag' della televisione pubblica tedesca ARD, che è andato in onda ieri in tarda serata, in vista del viaggio apostolico che compirà in Germania da giovedì a domenica prossima. "Cari connazionali - ha detto il Papa - tra pochi giorni partirò per il mio viaggio in Germania, e ne sono molto contento. Penso con gioia particolarmente a Berlino, dove ci saranno molti incontri, e, naturalmente, al discorso che terrò al Bundestag e alla grande Messa che potremo celebrare allo stadio olimpico. Uno dei momenti importanti della visita sarà Erfurt: in quel monastero agostiniano, in quella chiesa agostiniana, dove Lutero ha iniziato il suo cammino, potrò incontrare i rappresentanti della Chiesa Evangelica di Germania. Lì pregheremo insieme, ascolteremo la Parola di Dio, penseremo e parleremo insieme". Dunque, "non attendiamoci - ha ammonito il Pontefice- alcun evento sensazionale: infatti, la vera grandezza dell'evento consiste proprio in questo, che in questo luogo insieme possiamo pensare, ascoltare la Parola di Dio e pregare, e così saremo intimamente vicini e si manifesterà un vero ecumenismo". (segue)

Tor

© riproduzione riservata