Venerdì 11 Novembre 2011

Crisi/ Europa preoccupa Obama, presidente Usa chiama leader Ue

Roma, 11 nov. (TMNews) - Sempre più preoccupato dall'eventualità che la crisi dell'Eurozona contagi irrimediabilmente l'economia statunitense, Barack Obama ha chiamato ieri alcuni leader europei. L'inquilino della Casa Bianca ha telefonato al presidente Giorgio Napolitano ed ha avuto un colloquio telefonico anche con il francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Obama ha voluto essere ragguagliato sugli sviluppi e le prospettive della situazione politica in Italia in relazione alle grandi tensioni tuttora in atto sui mercati finanziari, ha riferito il Quirinale in una nota. Il presidente degli Stati Uniti ha espresso "fiducia sulla leadership del presidente Napolitano" e sostegno "per la messa a punto di un governo di transizione che attui un programma di riforme aggressivo che ristabilisca la fiducia dei mercati", ha indicato a Washington il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney. Il diplomatico statunitense ha quindi sottolineato che la discussione tra Obama e Napolitano si è concentrata sulla situazione politica in Italia, nell'attesa delle dimissioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. E in effetti, in un comunicato, la Casa Bianca ha ricordato che "il primo ministro italiano Silvio Berlusconi aveva detto in settimana che si sarebbe dimesso dopo l'approvazione delle misure di austerità da parte del parlamento". (segue)

Coa

© riproduzione riservata