Domenica 04 Dicembre 2011

Calcio/ Serie A: Juve di nuovo padrona, piange la Roma

Milano, 04 dic (TMNews) - La Juventus soffre, ma batte 2-0 il Cesena e resta da sola in testa alla classifica a + 2 su Milan e Udinese: la squadra di Conte sblocca la partita al 72' grazie al sesto gol in campionato di Marchisio, che fulmina Antonioli con un sinistro angolato sul quale nulla può il portiere dei romagnoli. Il secondo gol arriva all'83': l'arbitro Doveri concede ai bianconeri un rigore molto dubbio per fallo di Antonioli su Giaccherini ed espelle il portiere del Cesena. Avendo terminato i cambi a disposizione, Arrigoni è costretto a mandare in porta Rodriguez e dal dischetto Vidal trasforma senza problemi. Pomeriggio da dimenticare, invece, per Alessandro Del Piero: entrato in campo al 56' al posto di Vucinic, il numero 10 bianconero è costretto a lasciare il terreno di gioco al 63' con il volto sanguinante a causa di una scarpata involontaria subita da Marco Rossi che gli procura un brutto taglio. Sorride anche la Fiorentina che stende una Roma priva di Osvaldo e quasi mai pericolosa. Al Franchi i viola passano in vantaggio al 17': Juan atterra Jovetic in area e rimedia il cartellino rosso. Dal dischetto è lo stesso montenegrino a battere Stekelenburg. Prima del riposo arriva il raddoppio: corner dalla destra di Montolivo, Gamberini salta più in alto di tutti e di testa insacca. Nel finale giallorossi ridotti addirittura in otto: Gago viene espulso per un brutto fallo su Jovetic, doccia anticipata anche per Bojan che colpisce la palla con la mano e provoca il rigore che Santiago Silva trasforma (86') per il definitivo 3-0 per la Fiorentina. In coda il Bologna conquista tre punti pesanti battendo 1-0 il Siena: decide al 27' un gran gol di Di Vaio, servito da un delizioso assist di tacco di Diamanti. Pareggio a reti bianche al Bentegodi tra Chievo e Atalanta. Nell'anticipo delle 12.30 il Cagliari espugna il Massimino battendo 1-0 il Catania: decide nella ripresa una magia di Ibarbo, al suo primo gol in A. .

Dsp-Ral

© riproduzione riservata