Martedì 06 Dicembre 2011

Natale/ Confcommercio: Consumi sotto tono ma non disastrosi

Roma, 6 dic. (TMNews) - L'economia non va. L'Italia potrebbe essere già in recessione, sicuramente lo sarà il prossimo anno. In un quadro deteriorato, il clima di fiducia delle famiglie però regge e il prossimo Natale "non sarà disastroso" sul versante dei consumi. E' quanto prevede l'ufficio studi di Confcommercio, secondo cui nonostante la difficile congiuntura economica "ci sono i presupposti per avere un Natale non peggiore di quello dello scorso anno". Insomma, "non ci saranno crolli particolari dei consumi". Nel corso di una conferenza stampa, il direttore dell'ufficio studi della confederazione, Mariano Bella, ha sottolineato che "il sentiment resta negativo, ma non depresso e comunque non peggiore dello scorso anno". Per l'80,9% del campione preso in considerazione da Confcommercio ci sono attese per un Natale dimesso (in calo rispetto all'86,3% registrato nel 2010). L'88,2% dichiara che farà regali (il 2,4% in meno rispetto allo scorso anno). Resta costante la quota di persone che gradisce il rito del regalo natalizio (poco meno del 50%). Quando le domande si fanno più precise emergono però maggiori criticità. Risultano infatti penalizzati editoria, abbigliamento ed elettrodomestici. Qualche cedimento anche sulla tecnologia e questa è una novità rispetto al passato. Bene, in senso relativo, alimentari, vini, profumi, cosmetici e giocattoli. Raddoppia invece la quota di consumatori che acquisterà il regalo online (oltre il 13%).

Vis

© riproduzione riservata