Mercoledì 07 Dicembre 2011

Roma/ Via l'albero di Natale futurista, Alemanno ci ripensa

Roma, 6 dic. (TMNews) - Spazzato via dalle critiche l'albero di Natale di piazza Venezia non ha retto ed è stato smantellato a sole 24 ore dalla sua apparizione davanti all'Altare della Patria a Roma. Il suo stile postmoderno con un abbozzo di neoclassicismo (un grande cono bianco rovesciato) non piaceva proprio a nessuno. Neanche il tratto patriottico della banda tricolore che lo avvolgeva lo ha salvato dalle polemiche. E già dalle prime ore di mercoledi quello che sarebbe dovuto diventare il simbolo delle festività natalizie nella capitale è sparito agli occhi dei cittadini romani e dei turisti lasciando, per ora, solo uno stilizzato presepe realizzato con materiali metallici. Poco dopo la sua apparizione, in mezzo alla curiosità dei turisti che scattavano foto, si è infatti subito scatenato un coro di critiche, un pollice verso sia nei confronti dell'allestimento che delle scelte del sindaco Gianni Alemanno, reo di "cattivo gusto". In realtà anche il primo cittadino ha puntato il dito contro l'albero: l'abete, ha detto, "è stato scelto dalla ditta che ha realizzato anche tutto il resto degli addobbi natalizi. Ma devo confessare che anche a me non piace e che ho dato mandato di sostituirlo con un albero normale, un abete classico perchè a me piacciono le cose tradizionali". "Spero che in tempi brevi - aveva già annunciato ieri il sindaco - la ditta si decida a correggere questo errore".

Int5

© riproduzione riservata