Martedì 13 Dicembre 2011

Manovra/ Di Pietro: Se resta ingiusta non la voteremo

Roma, 13 dic. (TMNews) - "Lavoreremo fino all'ultimo minuto per cambiare la manovra ma non voteremo se ci sarà un ricatto per approvare una manovra ingiusta, come tutti i partiti la giudicano, e se il Parlamento la voterà da connivente diventerà complice". Duro il giudizio di Antonio Di Pietro, leader Idv che ha presentato a Montecitorio la contro-manovra proposta dal partito. "Abbiamo presentato solo 25 emendamenti, quindi non vogliamo fare nessun ostruzionismo - ha spiegato Di Pietro - ma abbiamo delle proposte alternative per avere più giustizia sociale e più crescita, qualcuno dice che se non votiamo a scatola chiusa non facciamo più parte di questa o quella coalizione, ma noi siamo in Parlamento non per interessi di partito ma per l'interesse del paese, quindi senza rinunciare al nostro ruolo. Io mi riconosco nelle parole della Camusso, che ha detto di voler vedere il provvedimento per poter dire se lo condivide o meno, chi vota a scatola chiusa fa politica con gli occhi chiusi".

Gal

© riproduzione riservata