Mercoledì 13 Maggio 2009

In 2008 502 morti per droga in Italia. Uccide di più l'eroina

Roma, 13 mag. (Apcom) - Sono state 502, nel corso del 2008, le vittime della droga in Italia: un dato rilevante, più di un morto al giorno, che però segna un decremento del 17,16% rispetto al 2007, quindo furono 606. I 502 morti si aggiungono ai 21.961 decessi segnalati in Italia a partire dal 1973, anno in cui si verificò il primo caso. Lo si legge nella relazione annuale della Direzione centrale dei servizi antidroga della polizia relativa al 2008. Ancora oggi, è l'eroina la sostanza che ancora oggi figura come causa principale dei decessi: nel 2008 in 209 casi la causa del decesso è stata attribuita all`eroina, in 37 alla cocaina, in 9 al metadone, in 3 al m.d.m.a. amfetamina, in 1 ai barbiturici e in 1 alle metamfetamine; in 242 casi la sostanza non è stata indicata. A morire per droga sono stati 450 uomini (l`89,64%) e 52 donne (il 10,36%). Nel tempo, il numero delle donne decedute per abuso di droga è stato sempre limitato rispetto a quello degli uomini. Esaminando le fasce di età le cifre più alte si riscontrano a partire dai 25 anni per raggiungere i picchi massimi nella fascia superiore ai 40 anni. (segue)

Apa

© riproduzione riservata