Giovedì 14 Maggio 2009

Vela; Coppa America, tra Alinghi e Bmw-Oracle è guerra di spie

Roma, 14 mag. (Apcom) - Tra Alinghi e Bmw Oracle, in Coppa America, si è adesso aperto il fronte dello spionaggio. Ha iniziato il defender accusando gli avversari di aver pagato un francese, Jean Antoine Bonnaveau, denunciato alla polizia, per spiare i segreti del team svizzero. Si legge nelle carte depositate da Alinghi presso la Corte Usa che dovrà dirimere la questione della data del match a due. A stretto diro di posta è arrivata la risposta di Bmw Oracle, che in un comunicato a firma del portavoce Tom Ehman ha affermato che "l'osservazione legale dei concorrenti è pratica comune nell'America's Cup e negli altri sport principali. Infatti - prosegue la nota - spie di Alinghi sono state fotografate diverse volte dal nostro team vicino la base e in acqua, sia ad Anacortes (dove è stato costruito il mega multiscafo degli statunitensi, ndr.) e sia a San Diego. Alinghi ritiene che possa osservare gli altri senza essere osservato". Gli statunitensi sostengono che questa accusa di Alinghi servirebbe soltanto a rinviare il confronto sull'acqua.

San

© riproduzione riservata