Giovedì 14 Maggio 2009

Sicurezza, Marchetto (S.Sede): Senato tenga conto di appello Cei

Roma, 14 mag. (Apcom) - Ora il Senato tenga in considerazione "i pericoli e i richiami della Conferenza episcopale italiana e dell'associazionismo cattolico sull'integrazione": monsignor Agostino Marchetto, segretario del Pontificio Consiglio per i Migranti e gli Itineranti, esprime l'auspicio che dopo l'approvazione del ddl sicurezza alla Camera, sia ora il Senato a tenere in debito conto i numerosi appelli del Vaticano, dei vescovi e del mondo cattolico. "Ho parlato molto e ho detto più volte come la penso - dice monsignor Marchetto interpellato da Apcom - adesso voglio vedere bene cosa si potrà fare. L'auspicio è che il Senato tenga in considerazione i pericoli e le considerazioni fatte dalla Cei sull'integrazione e dall'associazionismo cattolico, e da tante voci". Prima dell'approvazione alla Camera, qualche giorno fa, monsignor Marchetto aveva affermato che il ddl sicurezza "è migliorato" rispetto al testo originario ma resta per alcuni aspetti "preoccupante". "La questione che ho posto fin dall'inizio è la criminalizzazione del migrante: questa è un peccato originale", aveva detto.

Ssa

© riproduzione riservata