Mercoledì 20 Maggio 2009

Mills; Anm: Istituzioni intervengano, stop aggressione giudici

Roma, 20 mag. (Apcom) - L'Anm considera un "dovere di tutte le istituzioni" intervenire per "fermare questa inaccettabile aggressione" da parte del premier nei confronti del presidente del collegio del processo Mills, Nicoletta Gandus. Dopo l'ultimo attacco di Silvio Berlusconi il segretario del 'sindacato delle toghe' Giuseppe Cascini scende di nuovo in campo a difesa del giudice milanese e dell'intera magistratura, con un appello "a tutte le istituzioni del Paese". "E' inaccettabile - insiste Cascini - questa aggressione di un giudice, del quale viene messa in discussione l'imparzialità. Ci rivolgiamo a tutte le istituzioni del Paese. Questa è una vicenda personale del primo ministro, rispetto alla quale il primo ministro attacca la persona dei magistrati che hanno giudicato una vicenda che lo coinvolge con espressioni denigratorie che delegittimano l'istituzione giudiziaria nel suo complesso e pongono un problema serio di equilibrio nei rapporti tra poteri dello Stato". "E' un dovere di tutte le istituzioni - sostiene il segretario dell'Anm - intervenire per impedire che prosegua questa aggressione nei confronti di principi fondamentali di un sistema democratico. L'imparzialità del collegio presieduto dalla dottoressa Gandus - ricorda Cascini - è stata confermata prima dalla Corte d'appello e poi dalla Corte di Cassazione, che hanno respinto le istanze di ricusazione presentate".

Arc

© riproduzione riservata