Giovedì 21 Maggio 2009

Guantanamo; Giudice Usa: detenzione può durare anche per sempre

Washington, 20 mag. (Ap) - Un giudice federale degli Stati Uniti ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti ha il potere di trattanere a tempo indeterminato, e in mancanza anche di accuse, i detenuti che si trovano a Guantanamo. John Bates, questo il nome del giudice, ha motivato la propria opinione con la decisione del Congresso, a seguito degli attacchi terroristici dell'11 settembre del 2001, di attribuire al presidente l'autorità di trattenere chiunque fosse stato coinvolto negli attentati. Immediata la reazione di Jonathan Hafetz, legale dell'associazione che si batte per i diritti civili Aclu, che ha affermato che "questa decisione stabilisce in modo errato che i sospetti di terrorismo possono rimanere in un centro di detenzione militare, invece di essere processati in corti civili". Così "come la recente decisione del presidente Usa (Barack Obama) di riavviare i tribunali militari, questa sentenza perpetua dunque, invece di terminare, l'esperimento fallito che è Guantanamo". Il centro di detenzione rimane così sotto i riflettori. Da segnalare che proprio oggi il Senato ha votato con una maggioranza schiacciante per il blocco dei finanziamenti che erano stati chiesti da Obama chiudere Guantanamo.

Usa1

© riproduzione riservata