Venerdì 22 Maggio 2009

Giustizia;Dal 2007 73 condanne disciplinari di giudici al Csm

Roma, 22 mag. (Apcom) - Sono state ben 73 i Magistrati sanzionati disciplinarmente dall'apposita sezione del Csm, dal 2007 ad oggi, per effetto della riforma dell'ordinamento giudiziario: 21 nel 2007, 33 nel 2008, 19 nei primi mesi del 2009. E' quanto emerge da un primo bilancio sul funzionamento della sezione disciplinare 'riformata', reso noto da Palazzo dei Marescialli. "A seguito alla riforma dell'Ordinamento Giudiziario che ha reso obbligatoria l'azione disciplinare - sottolinea la nota informativa del Csm- la competente Sezione del Consiglio Superiore della Magistratura ha dovuto far fronte negli ultimi anni ad un inevitabile incremento del contenzioso ordinario e a procedure cautelari di trasferimento di sede e/o di ufficio, le cui richieste urgenti la legge attribuisce alla iniziativa sia del Ministro Guardasigilli sia del Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione. Al rilevante incremento dei procedimenti disciplinari sopravvenuti, la Sezione ha fatto fronte con le udienze ordinarie, a cadenza settimanale, e con numerose udienze straordinarie". In dettaglio, "nel 2007 sono state emesse 21 sentenze di condanna, di cui 10 ammonimenti, 5 censure, 5 perdite di anzianità, una perdita di anzianità con trasferimento d'ufficio. Nello stesso anno sono stati emessi 6 provvedimenti cautelari, di cui una sospensione obbligatoria, una sospensione facoltativa, 4 trasferimenti d'ufficio". Invece, "nel corso del 2008 le sentenze di condanna sono state 33, di cui 11 ammonimenti, 7 censure, 3 censure con trasferimento d'ufficio, 6 perdite di anzianità, 2 perdite di anzianità con trasferimento d'ufficio, 1 incapacità ad esercitare funzioni direttive o semidirettive, 3 rimozioni. Nello stesso periodo sono stati emessi 7 provvedimenti cautelari, di cui 4 sospensioni facoltative e 3 trasferimenti d'ufficio". Infine, "nell'anno in corso, fino al 21 maggio erano state emesse 19 sentenze di condanna, di cui 3 ammonimenti, 11 censure e 5 perdite di anzianità". Nello stesso periodo i provvedimenti cautelari sono stati 6, di cui 4 sospensioni facoltative e 2 trasferimenti d'ufficio.

Tor

© riproduzione riservata