Mercoledì 27 Maggio 2009

Fiat; Steinbrueck: Per Opel possibile prestito-ponte da 1,5 mld

Francoforte, 27 mag. (Ap) - Il governo della Germania potrebbe aiutare chi si aggiudicherà Opel concedendo alla casa tedesca un prestito ponte da 1,5 miliardi di euro. Lo ha affermato il ministro delle Finanze Peer Steinbrueck, precisando tuttavia che prima di pensare agli aiuti pubblici vi sono "diverse questioni da chiarire". A cominciare da "quale sarà l'investitore che otterrà le nostre preferenze", ha detto in un'intervista alla rete televisiva pubblica Ard, nell'imminenza di un vertice proprio sul futuro della controllata europea di General Motors. Riunione a cui sarà presente la cancelliera tedesca Angela Merkel, assieme a esponenti dell'amministrazione Usa, della stessa Gm e i contendenti per Opel, ovvero Fiat, il produttore di componentistica per l'auto Magna e la holding finanziaria Ripplewood. Un'altra questione da chiarire riguarda la dinamica con cui si configurerà "un sistema affidabile" per la ripresa di Opel da parte di uno di questi investitori. Il chiarimento di questi due aspetti può portare "alla questione di un prestito ponte dell'ordine di 1,5 miliardi di euro", ha spiegato Steinbrueck. Secondo il ministro delle Finanze tedesco vi sono "possibilità molto elevate" che il governo proceda a concedere questo aiuto. Inoltre ha aggiunto che è probabile che chi rileverà Opel cercherà di ottenere sostegni pubblici anche per il medio termine. In precedenza il governo tedesco aveva chiarito che per questo aspetto si potrebbe fare leva sulla garanzia pubblica per l'emissione di bond, in modo da non gravare sulle tasche dei contribuenti.

Voz

© riproduzione riservata