Mercoledì 27 Maggio 2009

Morti bianche; Anche oggi due vittime, a Parma e a Pisa

Roma, 27 mag. (Apcom) - Anche oggi morti e feriti sul lavoro in Italia: due operai sono deceduti e uno è rimasto ferito. Una giornata 'media', visto che ogni anno tra fabbriche, cantieri e campi, perdono la vita un migliaio di persone, ultimi ieri tre operai alla Saras di Cagliari. Mario Uccello, 35 anni, è morto questa mattina a Parma poco dopo le 7, schiacciato dal gancio di una gru in un cantiere edile in località Crocetta. Secondo le prime ricostruzioni l'uomo è stato colpito da un gancio che si è staccato da una gru. Per l'operaio, che ha subito un forte trauma cranico, non c'è stato niente da fare. In mattinata poi un uomo è morto a Ponticelli, frazione di Santa Maria a Monte, in provincia di Pisa. L'operaio, secondo le prime ricostruzioni, è caduto dal tetto di un capannone di un'officina meccanica: sembra che stesse aiutando alcuni parenti, titolari della ditta che si occupava della manutenzione. Un altro operaio è rimasto ferito poi all'Ilva di Taranto, mentre lavorava in un altoforno. Franco Porcaro, 31 anni, dipendente della ditta Coplast, è stato colpito da materiale caduto dall'alto mentre lavorava in un'area di cantiere al di sotto di un ponte nastro in fase di manutenzione. L'operaio è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Ss. Annunziata, dove gli è stato diagnosticato un trauma commotivo alla parte posteriore della testa. La prognosi è riservata ma la tac fortunatamente non ha evidenziato danni.

Dpn

© riproduzione riservata