Venerdì 10 Luglio 2009

Scuola; Terza media, matematica incubo per un alunno su cinque

Roma, 10 lug. (Apcom) - La matematica si conferma di grana lunga la disciplina più ostica dei ragazzi italiani: in base ai resoconti giunti in questi giorni al ministero dell'Istruzione dalle commissioni d'esame di licenza media risulta infatti che la prova scritta di matematica non è stata superata da ben il 21,5% degli alunni. Il dato va letto con preoccupazione, non solo per l'alto numero di candidati che non hanno fatto registrare almeno la sufficienza , ma anche perché si riferisce ad una prova d'esame preparata dai docenti interni: sicuramente, quindi, di minore difficoltà rispetto alle prove standard nazionali che il ministro Mariastella Gelmini ha annunciato di voler estendere nei prossimi anni. La conferma che la matematica è sempre più la bestia nera dei giovani italiani in età di obbligo formativo giunge poi dai risultati provenienti nelle altre prove d'esame di licenza media: in quella di lingua straniera hanno consegnato una traccia non sufficiente il 13,2%, mentre nella prova scritta di italiano sono stati non all'altezza solo il 6,8% degli alunni. La matematica si conferma però anche come la disciplina `croce e delizia': se complessivamente solo l'8,2% dei partecipanti agli esami finali del secondo ciclo inferiore ha fatto registrare il massimo dei voti (10/10), fa un po' stupore sapere che a livello di singole discipline sono molti più gli alunni ad aver fatto registrare questo voto proprio nella matematica (il 9,8%) piuttosto che quelli che hanno preso il massimo dei voti in italiano (appena il 4,9%).

Alg

© riproduzione riservata