Venerdì 10 Luglio 2009

Calcio; Mourinho: Non è l'Inter che sognavo ma sono pragmatico

Roma, 10 lug. (Apcom) - Il mercato dell'Inter non sembra soddisfare a pieno il tecnico Josè Mourinho. Nel primo giorno di raduno dell'Inter, il tecnico spiega che l'attuale rosa non è quella che sognava ad inizio mercato. "Non è la rosa dei miei sogni ma io lavoro sulla realtà. La nostra idea era quella di far uscire otto giocatori e di prenderne quattro con funzioni molto specifiche. Invece, degli otto ne sono uscite solo quattro, tre dei quali in scadenza e uno in prestito. Significa che il mercato ha portato nelle casse dell'Inter zero euro e quando una società non fa soldi il suo allenatore deve essere pragmatico e lavorare in base ai giocatori che ha. Ci tengo a sottolineare che la mia non vuole essere una critica alla mia società è il mercato che in questo momento è difficile". Il tecnico portoghese manda un chiaro messaggio a quei giocatori che non rientrano più nei suoi piani: "Non è positivo avere 30 giocatori in rosa, soprattutto se c'è gente non gradita. La mia idea non cambierà, è dunque inutile sperare che io possa cambiare idea. Prima se si diceva al giocatore 'tu non rientri nel mio futuro' questo aveva un peso nella decisione del giocatore. Ci sono giocatori che ne fanno solo una questione di soldi e qualità di vita invece di andare a provare altre strade, altre esperienze e cercare nuove possibilità". Per la nuova Inter circola l'ipotesi dell'ingaggio dell'ex juventino Pavel Nedved, mentre sembra ormai in stallo la trattativa per Deco e Ricardo Carvalho del Chelsea. "Non parlo di giocatori che possiamo avere o che abbiamo voluto, parlo solo di chi abbiamo. Il mercato è aperto fino al 31 agosto, qui le porte sono aperte come quelle di un saloon del far west. Avere una rosa con quasi trenta giocatori per me è un problema".

CAW

© riproduzione riservata