Venerdì 10 Luglio 2009

Sicurezza stradale; Giovanardi: Stop alcol dalle 2 di notte

Roma, 10 lug. (Apcom) - Fissare alle 2 del mattino, tutto l'anno, e alle 3 del mattino, per i soli mesi estivi, lo stop alla somministrazione di alcolici in ogni tipo di esercizio pubblico. E' la proposta avanzata dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, commentando i dati diffusi dall'Asaps (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale), secondo cui nei primi 6 mesi del 2009, si è registrato un calo drastico dei morti del fine settimana: il 24,5% in meno rispetto allo stesso periodo del 2008, -25,5% per i soli under 30 e un calo delle vittime in incidenti notturni del 31,3%. "Questo trend estremamente positivo - ammonisce Giovanardi - rischia di essere messo in discussione da estemporanee iniziative di deputati, già recentemente bocciate dal Senato, come quella che vuole cancellare il divieto di somministrazione degli alcolici nei locali da ballo e di intrattenimento dalle ore 2 del mattino in avanti, demandando ad ogni sindaco italiano la libertà di fissare a sua discrezione l'orario di interruzione della somministrazione degli alcolici". "Ricordiamo - prosegue il sottosegretario - che l'abuso di alcol porta con sé pericolosi fenomeni di policonsumo di alcol e sostanze stupefacenti, peraltro, in preoccupante aumento, come ben evidenzia la relazione annuale al Parlamento per l'anno 2008, in micidiali mix ancor più dannosi per la salute delle persone. Questi fenomeni toccano il loro massimo nella parte più inoltrata della notte, quando si moltiplicano i fattori di rischio e il tasso di mortalità negli incidenti stradali. Non si tratta, pertanto, di cancellare il divieto per le discoteche, ma, semmai, di estenderlo a tutti gli altri esercizi (bar, pub, chioschi) che, oggi, possono continuare a somministrare legalmente alcol dopo le 2 della notte".

Red/Apa/Dpn

© riproduzione riservata