Giovedì 23 Luglio 2009

Fini a Governo: Imbarazzante modificare norme varate 2 giorni fa

Roma, 23 lug. (Apcom) - Il presidente della Camera, Gianfanco Fini, ha criticato il governo per aver fatto nuovamente ricorso alla fiducia e per averla posta, oltretutto, su di un maxi-emendamento che modifica il testo varato dalle commissioni Finanze e Bilancio di Montecitorio solo due giorni fa col parere positivo dell'esecutivo. Sintonia, col presidente della Repubblica Napolitano che con i suoi "significativi richiami" "ha rilevato come provvedimenti eterogenei nei contenuti e frutto di un clima di concitazione e di vera e propria congestione sfuggano alla comprensione dell`opinione pubblica e rendano sempre più difficile il rapporto fra i cittadini e la produzione legislativa". "Rilevo come possa essere fonte di imbarazzo sul piano del rapporto fra Governo e Commissioni il fatto che si proponga oggi la soppressione di disposizioni su cui solo pochi giorni fa il rappresentante dell`Esecutivo si era espresso favorevolmente in Commissione", ha detto il presidente della Camera durante la dichiarazione di ammissibilità del maxi-emendamento presentato dal governo al dl manovra. Fini ha poi sottolineato "la circostanza che, anche in questo caso, rispetto all`originario contenuto del decreto legge, si è determinato un consistente ampliamento dell`intervento normativo, come dimostra il fatto che le Commissioni hanno aggiunto al testo numerosi articoli e commi rispetto a quelli originari". E ha ricordato in proposito "i significativi richiami del Capo dello Stato che, proprio pochi giorni fa, ha rilevato come provvedimenti eterogenei nei contenuti e frutto di un clima di concitazione e di vera e propria congestione sfuggano alla comprensione dell`opinione pubblica e rendano sempre più difficile il rapporto fra i cittadini e la produzione legislativa".

Cos/

© riproduzione riservata