Martedì 28 Luglio 2009

Rimini, truffavano col gioco delle 3 campanelle,in manette in 16

Roma, 28 lug. (Apcom) - La Polizia di Stato di Rimini, in collaborazione con la locale Polizia Municipale, ha arrestato 16 cittadini dell'Est Europa ritenuti gravemente indiziati dei delitti di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ed al furto aggravato con strappo. L'operazione, condotta dagli uomini della squadra mobile e da agenti della polizia municipale denominata "DREAM TEAM", ha permesso di stroncare il fenomeno dei giocatori delle "tre campanelle", molto diffuso sul litorale riminese. Tale fenomeno, praticato impunemente nel periodo estivo da pericolosi gruppi criminali nelle pubbliche vie di Rimini, è un fatto tristemente noto a tutta la collettività per l'elevato allarme sociale che da sempre suscita. Personaggi senza scrupoli, appartenenti a varie etnie maggiormente dell'Europa dell'Est, sapientemente ed efficacemente organizzati, si dedicano professionalmente all'esercizio truffaldino del gioco "delle tre campanelle", approfittandosi della buona fede e dell'ingenuità degli ignari turisti, che vengono sistematicamente depredati dei loro averi. Non rari inoltre i casi nei quali il soggetto truffato, che richiede la restituzione dei soldi persi al gioco, viene finanche pesantemente minacciato o percosso dai partecipanti al sodalizio criminoso.

Red-Bol

© riproduzione riservata