Martedì 03 Novembre 2009

Patrioti bianchi difendete la stirpe': il Ku Klux Klan in Italia

Roma, 3 nov. (Apcom) - "Se siete uomini o donne patrioti bianchi e ritenete di volervi impegnare per la vostra stirpe e per le generazioni future, se ne avete abbastanza di vedere la nostra discendenza, i nostri diritti e il nostro futuro calpestati e gettati via, se volete mettere fine a questo scempio, saremo felici di avervi con noi e di ascoltarvi". E' quanto si può leggere sul blog del Ku Klux Klan europeo, che ha una sezione destinata anche agli italiani (http://unskkkk-europe.blogspot.com). Il sito, segnalato dal quotidiano Repubblica e denunciato dall'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar) del ministero delle Pari opportunità alla procura di Roma, spiega che "il Ku Klux Klan è sempre stato un meccanismo di difesa per i bianchi e per questo non intendiamo scusarci". "Ci opponiamo fermamente - si legge sul blog - alla mescolanza razziale. Iddio onnipotente ha creato diverse razze e ha assegnato ad ognuna di esse un posto specifico nel suo progetto. Egli ha separato le razze tramite oceani, montagne e deserti. La sua legge è 'tipo con tipo' e noi cerchiamo di ristabilire questa legge". La pubblicazione del testo risale all'11 ottobre 2009. Si tratta di una "pagliacciata che può diventare pericolosa", commenta il ministro Mara Carfagna, chiedendo l'intervento degli "organismi preposti al controllo della rete per evitare la diffusione di messaggi così negativi e incivili". Dpn

MAZ

© riproduzione riservata