Domenica 25 Gennaio 2009

Almeno 15 morti in Spagna e Francia per il maltempo

Barcellona, 25 gen. (Apcom) - E' di almeno 15 morti il bilancio delle vittime dell'ondata di maltempo che ha investito negli ultimi due giorni Spagna e Francia, dove il vento ha raggiunto punte di 180 chilometri orari. L'incidente più grave è avvenuto nei pressi di Barcellona, dove quattro bambini, di età compresa fra i 9 e i 12 anni, sono morti nel crollo di una parte del tetto di un palazzetto dello sport, mentre altri nove sono rimasti feriti. Nel palazzetto di Sant Boi de Llobregat, costruito 25 anni fa, erano presenti almeno una trentina di bambini e due istruttori al momento dell'incidente. Sempre in Spagna, altre sette persone hanno perso la vita in diversi incidenti avvenuti in Catalogna, ad Alicante e in Galizia. In Francia, due persone sono rimaste uccise dal crollo di un albero sulle loro autovetture; una terza persona è morta colpita da detriti, mentre una donna che necessitava di assistenza respiratoria è deceduta nella sua abitazione a causa dell'interruzione della corrente elettrica. Sono circa 1,3 milione le abitazioni rimaste ancora senza elettricità nel sud-ovest della Francia. L'interruzione di corrente elettrica ha interessato anche decine di migliaia di case nelle regioni spagnole di Paesi Baschi, Aragona, Galizia e Catalogna. Le forti raffiche di vento hanno causato ritardi e cancellazione di voli negli aeroporti di Bilbao e di Saint-Sebastian nei Paesi Baschi, di Pamplona in Navarra, di Santander in Cantabria, e di Ibiza nell'arcipelago delle Baleari. In difficoltà anche la circolazione ferroviaria, in particolare quella dei treni ad alta velocità che collegano Madrid e Barcellona. In Francia, il traffico stradale ha cominciato a tornare alla normalità la scorsa notte, dopo che le autorità hanno vietato la circolazione ai mezzi pesanti e ai veicoli che trasportano materie pericolose. Rimane critica la situazione del sistema di fornitura elettrica. I servizi meteorologici francesi hanno riferito di una tempesta "di portata inusuale", con raffiche di vento che hanno raggiunto punte anche di 184 km/h. Il presidente francese Nicolas Sarkozy si recherà oggi in visita nella regione colpita, mentre il ministro dell'Interno Michele Alliot-Marie ha annunciato l'invio di altri 715 agenti. (fonte Afp)

Sim

© riproduzione riservata