Domenica 25 Gennaio 2009

Angelus, Papa alla finestra con bimba eritrea: prega per la pace

Città del Vaticano, 25 gen. (Apcom) - Una bambina dell'Azione cattolica (Ac) di origine eritrea, Miriam, ha letto un messaggio per la pace e contro le guerre e il consumismo accanto al Papa dalla finestra del suo studio al Palazzo apostolico, durante l'Angelus domenicale. "A tutti vogliamo gridare che la pace è un vero affare", ha detto Miriam. Ricordando, poi, la centralità dei centri commerciali nella nostra società, la bambina ha affermato che chi vi si reca si illude che "il prodotto possa renderli felici. Noi invece - ha proseguito - abbiamo scoperto una cosa che vogliamo dirti: solo Gesù può soddisfare i nostri desideri, quelli veramente importanti. Ecco perché quest'anno non facciamo altro che ripetere: mi basti tu. Sì, è l'amicizia con Gesù il nostro unico desiderio". Miriam ha poi chiesto che venga data "a tutti la possibilità di crescere economicamente e culturalmente". Ricordando l'impegno dei giovani di Azione cattolica per il commercio equo e solidale, ha concluso: "Caro Papa, ti preghiamo di pregare insieme a noi per tutti i nostri coetanei che vivono situazioni di povertà, sfruttamento e guerra. Preghiamo Dio di illuminare i cuori di chi governa le nazioni per un commercio più rispettoso e perché fermino tutti i conflitti, che sono incapaci di risolvere i problemi". I giovani di Ac concludono con la 'carovana della pace' il mese di gennaio da loro tradizionalmente dedicato al tema della pace. Ad accompagnare in piazza i ragazzi c'è il cardinale Agostino Vallini, vicario del Papa per Roma.

Ska

© riproduzione riservata

Tags