Domenica 03 Maggio 2009

Crisi; Bersani: Governo immobile, l'industria sarà decimata

Roma, 3 mag. (Apcom) - "Il governo racconta che sta risolvendo le cose senza farlo davvero. Da figlio di meccanico ricordo che non basta farsi vedere in tuta per aggiustare la macchina". Pierluigi Bersani, responsabile economico del Pd, in una intervista a 'Repubblica', punta il dito contro la politica economica del governo Berlusconi per combattere la crisi. "Non si può nemmeno pronunciare la parola crisi - dice - senza esser tacciati di catastrofisco per impedire un dibattito sulle ricette". "Berlusconi parla di 'crisi psicologica', eppure lo stesso governo ora fa stime su Pil e deficit pubblico peggiori di quelle contestate alla Banca d'Italia e alla Confindustria solo pochi mesi fa". "La speranza - prosegue Bersani - è quella di aver toccato il fondo, il peggio è che le imprese non si possono permettere altri sei mesi così". "La ripresa arriverà, ma le nostre imprese migliori saranno decimate". Come uscirne? Per Bersani la ricetta è "finanziare mille piccoli cantieri locali, sgravi fiscali, anche retroattivi, per le imprese in base agli investimenti fatti e sostegno vero nel loro rapporto con le banche".

Ssa

© riproduzione riservata