Lunedì 04 Maggio 2009

Malawi; Alta Corte valuta ricorso di Madonna per adottare bambina

Blantyre (Malawi), 4 mag. (Ap) - L'Alta corte del Malawi si riunirà oggi per valutare il ricorso presentato dai legali di Madonna contro la sentenza che il mese scorso ha negato alla pop star l'adozione di una bambina di 4 anni. La decisione è attesa per i prossimi giorni, ma la situazione si è complicata nelle ultime ore con la comparsa del presunto padre naturale della bimba, che ha detto di essere in grado di prendersi cura della figlia. Il mese scorso, una corte di giustizia ha negato il via libera alle pratiche di adozione, sostenendo che Madonna non risponde ai requisiti previsti dalla legge, secondo cui i futuri genitori devono trascorrere un po' di tempo in Malawi. Norma che però venne elusa lo scorso anno, quando la pop star ottenne in adozione David, un altro bambino del Malawi. Ieri, James Kambewa, 24 anni, ha dichiarato all'Associated Press di essere il padre della bambina, Chifundo "Mercy" James, e che intende fermare la procedura di adozione. Kambewa, un addetto alla sicurezza, ha ammesso di non aver mai visto la bambina, ma ha annunciato che farà di tutto per ottenerne la custodia. "Posso essere povero, ma penso di poter crescere una figlia. Contrasterò l'adozione", ha detto l'uomo. Il fratello della madre della bambina, morta poco dopo il parto, ha però detto all'Ap di non sapere chi sia Kambewa. "Come può sostenere di essere il padre quando non si è fatto vedere per tutto questo tempo? - ha detto Peter Baneti, che ha dato il consenso all'adozione a nome della famiglia - noi crediamo che sia solo un opportunista". In una e-mail, la portavoce di Madonna Liz Rosenberg ha dichiarato di non sapere se Kambewa sia o meno il padre. "Tutto quello che si sa è che Mercy è stata in orfanotrofio fin dal giorno della sua nascita". Kambewa, in un'intervista concessa alla CBS che andrà in onda oggi, ha detto di aver visto la bambina solo "sui giornali e in televisione, mai faccia a faccia". Tuttavia, ha aggiunto, la bambina "è del Malawi, quindi devo crescerla come una malawiana, alla sua cultura". Stando ai documenti a disposizione della corte, la madre aveva 14 anni quando diede alla luce la bambina e morì poche settimane dopo il parto. Il fratello della donna ha raccontato che la famiglia decise di metterla in orfanotrofio perchè non c'era nessuno che potesse allattarla. L'avvocato di Madonna, Alan Chinula, si è detto "fiducioso" nella sentenza dell'Alta corte.

Sim

© riproduzione riservata