Martedì 05 Maggio 2009

Sicurezza; Cota: Nessun obbligo di denuncia per i presidi

Roma, 5 mag. (Apcom) - La norma sui presidi-spia contenuta nel ddl sicurezza e criticata ieri dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, sarà chiarita nel senso che verrà precisato che per iscrivere il figlio di un immigrato alla scuola dell'obbligo non sarà necessario il permesso di soggiorno. Lo ha spiegato il presidente dei deputati della Lega, Roberto Cota, al termine della riunione di maggioranza alla quale erano presenti anche i ministri Maroni, Alfano e La Russa. "Per quanto riguarda i bambini figli di clandestini - ha detto Cota - si è chiarito che per iscriverli alla scuola dell'obbligo non sarà necessario il permesso di soggiorno. Secondo me era già chiaro nella legge Bossi-Fini ma nel ddl sicurezza con un emendamento chiariremo ulteriormente questo aspetto".

Luc/Grb/Cci

© riproduzione riservata