Domenica 09 Settembre 2012

Gran premio di Monza di F1
Pole Hamilton, Alonso decimo

Seconda giornata a Monza per il Gran premio d'Italia di Formula 1. È la giornata delle qualifiche che decideranno la pole position e la griglia di partenza per il via dell'83esima edizione della gara. Seguite in diretta che cosa succede in autodromo.

16.45 - Il programma di domani, domenica 9. Seconda gara di Gp3 a partire dalle 9, Gp2 in pista per gara 2 alle 10.35. La gara di Porsche Supercup è invece in programma alle 11.45, in attesa dell'avvio del Gran premio di Formula 1, con il via alle 14.

16.35 - La Gp2 si chiude con la vittoria di Filippi davanti a Ceccotto ed Ericson. Sesto posto per Valsecchi.

15.55 - Con la Gp2 in pista per gara 1, prosegue l'attività del fine settimana monzese. Nel tardo pomeriggio, a partire dalle 17.20, semaforo verde per i sedici giri di Gp3, a sua volta impegnata in gara 1.

15.00 - Finale beffa per i tifosi della Ferrari. La pole position va a Lewis Hamilton con una zampata da 1'24"010. Al secondo posto l'altro pilota McLaren, Jenson Button, che precede Felipe Massa, primo dei ferraristi. Seguono Di Resta, Schumacher e Vettel, che si piazza così inaspettatamente davanti al suo grande rivale per il Mondiale. Alonso chiude infatti clamorosamente a 1'25"678, addirittura un secondo mezzo più lento del suo stesso giro realizzato nel Q2. Un risultato viziato da un problema tecnico alla barra posteriore, ma che rischia di compromettere seriamente non soltanto l'esito del Gp di Monza ma anche il Mondiale. Settimo posto per Rosberg, poi Raikkonen e Kobayashi.

14.45 - Conclusa anche la Q2. Eliminati Webber, Maldonado, Perez, Senna, Ricciardo, D'Ambrosio e Vergne. Alonso resta il più veloce in pista, seguito da Button e Di Resta. Massa quinto dietro a Hamilton.

14.26 - Kovalainen, Petrov, Glock, Pic, Karthikeyan, De La Rosa e Hulkenberg hanno già spento la loro monoposto al termine del Q1. Fernando Alonso e Felipe Massa sono al momento i più veloci in pista. Dai 28 gradi dell'aria si passa ai 41 della pista: la Ferrari sembra rispondere bene.

14.10 - A una manciata di minuti dall'avvio delle prove di qualifica, l'autodromo si ferma, per la prima volta durante il weekend. Tutti incollati davanti ai monitor disseminati per il paddock o incollati ai posti a sedere delle tribune.

12.50 - In autodromo non esiste la pausa pranzo. Terminata a mezzogiorno la sessione di prove libere della Formula 1, in pista sfrecciano le Porsche per le qualifiche di Supercup, che si concluderanno tra poco. Alle 14 semaforo verde alle qualifiche per la pole position di Formula 1.

12.30 - C'è il monzese Valerio Staffelli, con signora per mano, a scambiare due battute davanti al motorhome della Ferrari. Con lui Lapo Elkann, uno che alla mondanità del paddock monzese non rinuncia mai. Sfilano anche tutti i vertici, presenti e trascorsi, dell'Automobil club italiano. Ma anche Mika Hakkinen e Johnny Herbert.

11.00 - Jackie Steweart, Luca Cordero di Montezemolo e una carovana di ex piloti, da eddy Jordan, David Coultard e Damon Hill. Presente anche Piero Ferrari.

10.50 - In mattinata si sono disputate le qualifiche della Gp3 e le verifiche dei team di Formula 1. Tra dieci minuti e sino a mezzogiorno, terza sessione di prove libere.

9.41 - Grande accoglienza per l'ex pilota di Formula 1 Emanuele Pirro. Il suo arrivo anticipa di qualche attimo quello di Felipe Massa, che a differenza della Maserati del suo compagno di squadra, porta in autodromo una Fiat Freemont. Scende, si infila lo zaino, e si ferma per qualche minuto a firmare autografi.

9.35 - Kimi Raikkonen guida la sua Renault Megane sino al cancello. I tifosi lo riconoscono e lo chiamano, lui scende dall'auto ed estrae uno zaino dal bagagliaio. Alza un braccio in cenno di saluto e prosegue lontano dai fan, che non gradiscono.

9.20 - Tifosi impazziti per l'arrivo di Fernando Alonso, il più atteso. Arriva in Maserati e anche lui fatica a manovrare tra le due ali di folla che lo attendono. Si alzano un paio di cori, donne e uomini urlano il suo nome e un augurio per la gara. Lui chiede pazienza a chi lo invoca e firma uno per uno i fogli che a decine gli passano per le mani. Si ferma quasi dieci minuti e si lascia immortalare da i flash dei fotografi e dai telefonini di chi è assiepato dietro le transenne. Il servizio d'ordine dell'autodromo è costretto a bloccare di forza le stesse transenne, su cui fa pressione la marea di appassionati che cerca di avvicinarsi allo spagnolo. Lui conclude il giro di foto e, come lo scorso anno, ritorna dal primo tifoso da cui aveva preso il pennarello. Nuovo boato dei presenti, che apprezzano il gesto.
Tutti ipnotizzati dall'atmosfera che regala la presenza del pilota della Ferrari, i più si accorgono solo alla fine di Michael Schumacher e Vitaly Petrov che varcano l'ingresso del paddock.

9.08 - E' la volta di Nico Hulkenberg della Force India, ma soprattutto di Jenson Button, come sempre disponibile a chi lo invoca per una stretta di mano o un cellulare in posa fotografica. Button arriva in autodromo in sella a una Ducati, smonta e si dirige verso i tifosi. Heikki Kovalainen, negli anni precedenti sempre il più mattiniero tra i piloti, forse si adegua al ritmo della sua Caterham e trascina il suo trolley fin dentro al motorhome.

9.01 - Il pilota della Williams, Pastor Maldonado, approfitta della ressa per Hamilton e sfila indisturbato all'interno del paddock. Poco dopo arriva Bruno Senna, che però non riesce a sottrarsi all'abbraccio dei fan. Anche per lui, foto e autografi di rito.

9.00 - Boato per l'arrivo di Lewis Hamilton. Anche per lui, almeno 5 minuti di fotografie e autografi con i tifosi, che intanto sono cresciuti ulteriormente di numero. C'è chi addirittura gli porge un casco, identico a quello che il pilota britannico utilizza in gara, e chiede un autografo col pennarello. Hamilton non firma. Qualcuno lo incita: "Vieni in Ferrari". Altri fanno eco: "No, resta in McLaren". Lui se ne va portando con se il pennarello indelebile blu di un tifoso.

8.42 - Mark Webber è il primo top driver ad arrivare a Monza. Sorriso stampato in faccia, si ferma cinque minuti a firmare autografi ai tifosi.

8.32 - Il primo ad arrivare in autodromo è il pilota della Toro Rosso, Daniel Ricciardo. Primi scatti e prime firme su album, fotografie e taccuini. C'è chi s'è già preso la prima soddisfazione di giornata.



8.15 – Sono già diverse dozzine i tifosi aggrappati alle transenne dei cancelli di ingresso. La mattinata del sabato è iniziata molto presto, per cercare di guadagnare la posizione migliore e sperare di recuperare un autografo o una foto con i piloti.

m.rossin

© riproduzione riservata